NEWS - TROFEO SUPERSCOOTER 4STROKE NEWS - TROFEO SUPERSCOOTER 4STROKE

Indietro

Trofeo SuperScooter 4Stroke: DOPPIETTA DI GENNARO ADINOLFI

 

SuperScooter 4Stroke alla ricerca del nuovo leader nella seconda prova stagionale sull’Autodromo del Levante di Bari. Il campione in carica Andrea Minischetti prova a limitare i danni su una pista che non digerisce e che gli ha regalato sempre poche soddisfazioni.

LE QUALIFICHE

Nel primo turno di prove si fa vedere subito Gennaro Adinolfi: il pilota di Cava de’ Tirreni gira di passo sul 57 basso e piazza subito il giro buono a 56”9 che sembra essere buono per la pole position. Dietro, sullo stesso ritmo seguono Minischetti e Marano. Appena più staccati, ma decisamente più vicini della gara precedente,  Emanuele Salerno e Maurizio Morgante continuano l’apprendistato col 4Stroke. Il primo turno sembra scorrere senza sobbalzi fino alle battute finali quando Giuseppe Marano si mette a caccia e brucia per pochi millesimi il tempo di Adinolfi. Il cavese prova a riprendersi la pole, ma Marano rischia ancora di migliorare, così come Andrea Minischetti che sotto la bandiera a scacchi si porta a due decimi dai due contendenti. Quarto è Salerno mentre gira poco Morgante che cerca la quadra del suo Typhoon.

Nel secondo e decisivo turno di prove i tre in prima fila danno spettacolo senza risparmiarsi. A metà turno è Marano a tirarsi gli altri due con Minischetti che balza in pole position avanti ad Adinolfi e Marano, tutti e tre ancora sotto il 57. Salerno riduce il gap con la prima fila ed è soddisfatto del lavoro svolto, mentre Morgante continua a risentire di qualche piccolo problema.

LE GARE

Partenza di gara 1 Adinolfi è prontissimo al semaforo e mette in difficoltà Minischetti portandosi al comando. Parte bene Marano che non perde il contatto con i primi due e, anzi, comincia subito a punzecchiare. Al secondo giro Minischetti cerca di scrollarsi di dosso il gigante cilentano e si mette al comando ma Adinolfi lo fulmina di nuovo mettendosi in testa al gruppo. Dietro, appena più staccati si alternano al quarto posto Salerno e Morgante. Fino a metà gara il gruppo di testa rimane compatto, con Marano in seconda posizione che prova più volte a passare su Adinolfi. A metà gara il portacolori di AGR Team capisce che il gioco diventa rischioso e cambia passo lasciando Marano e Minischetti in lotta fra loro. Adinolfi va a vincere con circa 3 secondi di vantaggio, mentre la volata finale per la piazza d’onore premia Minischetti per 20 millesimi su Marano. Quarto è Emanuele Salerno che brucia per un decimo Maurizio Morgante.

Gara 2 e Adinolfi parte col coltello fra i denti: il cavese non vuole rischiare nulla e attacca già dalla prima curva. Prende subito un piccolo margine con Marano e Minischetti che continuano a darsele ad ogni staccata. Al terzo passaggio Adinolfi fa il nuovo record della pista ma non si placa, continuando ad attaccare fino a metà gara. Intento Marano trova il varco e si porta in seconda posizione ma è troppo preoccupato di Minischetti e non fa il suo passo: nel finale sarà il torinese a svettarla, ancora in volata, per un decimo di secondo sul pilota di Convergenze DPS. Quarta posizione ancora per Emanuele Salerno su Maurizio Morgante.

Doppia vittoria per Gennaro Adinolfi che conquista la leadership del Trofeo SuperScooter 4Stroke: “Binetto è una pista che mi piace molto ed il mio apprendistato col Typhoon è stato molto rapido – commenta il cavese di AGR Team – Addirittura lo trovo più agile del Runner. Siamo solo alla seconda prova e può succedere di tutto fino alla fine, ma essere in testa non fai mai male”.

Seconda piazza per il campione in carica Andrea Minischetti: “Qui non sono riuscito mai a vincere e già il fatto di aver portato a casa due secondi posti è un grande successo – afferma il torinese – il cambio di scooter non mi è dispiaciuto: ero abituato da anni con il Runner e all’inizio ero un po’ sconvolto. Ora devo dire che il Typhoon si guida molto bene, è nettamente più agile e meno faticoso rispetto al vecchio. La gara è stata difficile, per il caldo, e per Marano che non ha mai mollato. Però mi sono divertito parecchio”.

Terzo gradino del podio per Giuseppe Marano: “speravo di fare qualcosa in più ma quando scendiamo in pista vogliamo tutti vincere – dice il rider di Convergenze DPS – forse in gara 1 potevo fare qualcosa in più, ma abbiamo cominciato a battagliare io e Andrea e Gennaro ne ha approfittato per prendere metri. Il risultato non è assolutamente male ed a Cervesina spero di riuscire a migliorare ancora: è la pista che mi ha regalato la prima vittoria”.

Emanuele Salerno continua l’apprendistato con il quattro tempi: “sono stato fermo troppo tempo e sto riabituandomi a tutto, compreso alle piste completamente nuove per me – afferma l’ex campione Regioni del girone Sicilia – Enneci mi sta dando una grandissima mano e lentamente stiamo recuperando il gap. Per fine stagione spero di riuscire a giocarmi il podio”.