NEWS - TMAX CUP NEWS - TMAX CUP

Indietro

TMax Cup: I RE RIMANGONO SUL TRONO

 

Con un ruolino di marcia pressoché impeccabile (nove vittorie all’attivo) e 39 punti di vantaggio sul più diretto degli inseguitori, Rapicavoli è ad un passo dal confermarsi campione della categoria Open. Barzaghi, unico rimasto matematicamente in lizza per il titolo, e Consoli non sono però disposti ad alzare bandiera bianca. Più aperta la situazione nella Stock, con Finocchiaro e Russo rimasti a giocarsi un’ultima, imprevedibile mano con il leader e campione in carica D’Elia.

LE QUALIFICHE

Rapicavoli fa l’andatura fin dai primi minuti della Q1 e sigla un 1’26.384. Consoli e Barzaghi lo inseguono ad oltre un secondo di distanza mentre Ferrara, in quarta posizione assoluta, guida la pattuglia della categoria Stock. Sul finale della sessione, Rapicavoli migliora ulteriormente fino a 1’26.177, con Consoli e Barzaghi ad inseguire, mentre nella Stock è Russo a portarsi al comando con il quarto tempo assoluto.

Il leader in classifica continua a dettare il ritmo in Q2, dove ritocca il proprio miglior riferimento a 1’25.637. Anche Consoli e Barzaghi limano decimi, ma i rispettivi distacchi restano pressoché invariati. Grande equilibrio nella Stock, dove comanda Pistola in quarta posizione assoluta con Russo, Ferrara, Finocchiaro e Panfili a marcarlo a uomo a meno di mezzo secondo di distacco.  Chiudono lo schieramento D’Elia, Pischedda e Antoniello.

 

LE GARE

Al via di gara1 Consoli trova un ottimo spunto dalla seconda casella e tenta il tutto per mettersi davanti a Rapicavoli, forte di un passo inarrivabile per la concorrenza durante le prove. Barzaghi, terzo, si incolla senza prendere parte alla “scaramuccia”. Finocchiaro, in quarta posizione assoluta, guida la Stock inseguito da Pistola e Russo.

Con pista libera davanti a sé, Rapicavoli è però in grado di imporre alla gara un ritmo insostenibile per gli avversari. Consoli e Barzaghi non possono fare altro che accontentarsi rispettivamente della seconda e terza posizione. Russo, quarto, si aggiudica la vittoria nella categoria Stock davanti a Finocchiaro e Panfili.

“Volevo chiudere in bellezza una stagione praticamente perfetta – ha dichiarato Rapicavoli – Vincere il titolo è il degno coronamento di un’annata che ci ha visto vincere tutte le gare tranne una e fare sei pole position. Domani correrò per divertirmi”.

Gara 2 e Consoli centra l’holeshot e si porta al comando con Rapicavoli che accusa anche un paio di spettacolari traversi nel tentativo di sopravanzarlo immediatamente. Il numero 84 riesce nei propri intenti alla curva 3, e Consoli è autore di un ‘lungo’ nel tentativo di non perdere il contatto con la vetta, lasciando temporaneamente il secondo posto a Barzaghi. Panfili guida la Stock in quarta posizione davanti a Pischedda e Finocchiaro.

Nella seconda metà di gara, Consoli è autore di una rimonta furibonda per riprendere Barzaghi, che ha cinque secondi di vantaggio. Il siciliano riesce comunque nell’impresa e lo sorpassa in rettilineo, ma la doppietta di Rapicavoli è ormai in ghiaccio. Nella Stock, Finocchiaro prende margine grazie al best lap di categoria in 1’29.699 siglato al penultimo giro e precede Ferrara e Pistola al traguardo. Russo si aggiudica il trofeo di giornata, ma il titolo va a D’Elia.

 

Luca Semprini