News News

Indietro

ScooterMatic Regioni: UNA GARA PAZZESCA

 

Fra i due litiganti il terzo gode nella terza prova del Girone Sud del Trofeo ScoterMatic Regioni sul circuito internazionale di Sarno: Giuseppe Musella vince la prova su Antonio D’Urso e Federico Rucci, in lotta per il titolo 2018.

Che i veterani erano in gran forma sulla pista di Sarno di era capito sin dalle libere, con il “Nonno Nerone” Genny Barbato baldanzosamente avanti al gruppo e “Zio Peppino” Musella che teneva botta, a dispetto dei più giovani contendenti.

LE QUALIFICHE

In qualifica Barbato è scatenato e tiene la pole position per lungo tempo. Solo nel finale c’è la zampata di Andrea D’Orta che sembra decisissimo ad essere protagonista della gara. Secondo passa D’Urso che precede di pochi millesimi Barbato. Seconda fila per Vacchiano, su Musella e Rucci in affanno, mentre Eboli è addirittura in settima posizione.

Secondo turno di qualifica e nessuno riesce a migliorare il tempo di D’Orta. Poi il lampo di D’Urso che trova il giro perfetto e balza in pole position. D’Orta è secondo su Musella. Barbato apre la seconda fila su Vacchiano e Eboli, mentre Rucci scivola in settima posizione precedendo Urbano e Marco Giglio. Griglia strettissima e nove piloti in grado di dire la loro in questa corsa.

LE GARE

Al via di gara 1 Musella va in testa seguito da D’urso. Primo colpo di scena con D’Orta costretto al ritiro nel corso del primo giro. Eboli è accanito e si porta in seconda posizione alla caccia di Musella. Risale anche Rucci che comincia a marcare stretto D’Urso. Vacchiano si libera del traffico dopo una partenza non felice e si accoda al trenino. Musella ed Eboli evitano qualsiasi bagarre e cercano di guadagnare metri sugli avversari che intanto si affrontano ad ogni curva. Nell’ultimo giro Eboli va all’attacco di Musella che prova a contrastare ma deve arrendersi al potentino che chiude vittorioso con 120 millesimi di secondi sul napoletano. A 7 decimi c’è Federico Rucci che nell’ultimo passaggio beffa D’Urso e quinto finisce Vacchiano. Grande lotta per la sesta piazza e la spunta Marco Giglio su Raffaele Urbano ma, impennando dopo il traguardo rovina lo scooter e non partirà in gara 2. Sfortunato anche Gennaro Barbato, ritirato a metà gara.

In gara 2 D’Urso parte bene dalla pole inseguito da Musella. Dietro, a mo di muta di cani rabbiosi, ringhiano Eboli, Vacchiano, Rucci e Urbano. I primi due cercano di prendere metri. Un leggero errore di D’Urso permette a Musella di mettersi al comando. E prendere un leggerissimo margine da amministrare con l’esperienza. Dietro infuria la battaglia con Eboli, Rucci e Vacchiano che si affrontano ad ogni staccata. Urbano perde il contatto e naviga in sesta posizione davanti a Sorrentino e Celentano. Nel finale si accende la gara con D’Urso che pressa Musella alla caccia del successo a Sarno: il sorpasso decisivo all’ultimo giro con il formiano che vince di misura sul napoletano, mentre Vacchiano recupera la terza posizione con due sorpassi da antologia su Rucci e Eboli.

LE INTERVISTE

Per somma punti Giuseppe Musella vince la terza prova del Girone Sud della ScooterMatic Regioni: “Oggi eravamo a posto con tutto ed io mi sentivo in formissima – racconta il rider di Secondigliano – grazie ad Antonio Riccio che ha curato lo scooter nel miglior modo possibile, e alla mia famiglia che era presente alla gara. Divertirsi per me è la prima cosa, ed oggi, con Eboli e D’Urso, sono state due bellissime battaglie”.

Antonio D’Urso coglie un ottimo secondo posto che gli vale la leadership nel Trofeo: “sono avanti di un punto su Federico ma non è questo quello che conta – ride il rider di Fuorigiri e DPS – qui a Sarno non ho mai avuto buoni ricordi: un anno riuscii addirittura a perdere il tiolo per la rottura di una candela, mi rubarono il portafogli e fusi il motore del furgone. Oggi è andato tutto benissimo ed ho colto anche la vittoria in gara 2. Di più non potevo chiedere”.

Giancanio Eboli è sul terzo gradino del podio: “La vittoria in gara 1 mi aveva galvanizzato, poi in gara 2 c’è stato qualche problemino e mi sono dovuto arrendere all’ultimo giro – spiega il pilota di RC Motors – comunque ci siamo divertiti tutti e questo conta più di ogni altra cosa. Ora ci aspetta la finale di Vallelunga e cercheremo di arrivare preparati al meglio”.

Federico Rucci si accontenta del quarto posto: “è stato un weekend difficile e alla fine abbiamo limitato i danni – racconta il portacolori di FR Racing – Antonio mi precede di un solo punto, conta pochissimo in vista delle finali, dove sicuramente ci divertiremo: è un grande avversario, oltre che un grande amico”.

Quinto Posto per Nando Vacchiano: “ho un po’ di rammarico per alcune cose ma alla fine va bene così – dice il rider del Team Kinder – la cosa che più mi ha soddisfatto è che avevo uno scooter perfetto come ciclistica tanto che ho segnato il giro più veloce con un tempo che nemmeno riuscivo ad immaginare. Sono fiducioso per Vallelunga dove cercherò di prendere almeno il terzo posto nel Girone Sud”.

Ilio Ascione