News News

Indietro

TMax Cup - UN PROIETTILE SULL'ACQUA

 

Penultima prova della TMax Cup 2017 sull’autodromo umbro di Magione e grande spettacolo in pista. Torna in pista il campione in carica Gianluca Rapicavoli dopo l’infortunio patito in un'altra categoria, e subito l’asticella si alza.

LE QUALIFICHE

Il siciliano riprende subito il ritmo e fa da battistrada agli altri, segnando il giro veloce che lo porta in pole position. Alle sue spalle il compagno di squadra e leader del trofeo Filippo Pistola si avvicina ma, nel finale. Rapicavoli da l’ultimo attacco e risulta irraggiungibile. Alle loro spalle si piazzano Russo, Boccardo, Barzaghi e il rientrante Panfili.

La domenica mattina sull’Autodromo dell’Umbria arriva una forte pertubazione e con lei il primo colpo di scena: Rapicavoli decide il ritiro: “Non me la sento di rischiare – dice il campione di Spillo corse – ieri i tempi sono usciti ma ho faticato tantissimo. Non sono ancora al 100 per cento fisicamente e mi sembra stupido compromettere il mio recupero rischiando una scivolata sul fondo viscido. Ci vediamo a Vallelunga dove prometto di dare battaglia”.

Nel secondo turno di prove domina Filippo Pistola, irraggiungibile per gli avversari, mentre Barzaghi si porta in seconda posizione dimostrando un grande feeling con la pista bagnata. Russo è terzo, mentre Panfili ritrova gli automatismi e di porta in quarta posizione su Iacucci e Pischedda.

LE GARE

Dopo la consegna del trasponder e la comunicazione in direzione gara di Rapicavoli, lo schieramento vede la pole di Pistola su Russo e Boccardo, Mentre ad aprire la seconda fila ci sono Barzaghi, Panfili e Ferrara. Dietro c’è Pischedda su Iacucci, anche lui all’esordio stagionale.

Al via c’è subito bagarre, con un primo giro da brivido: Barzaghi scatta in testa e tiene botta senza problemi su Russo e Pistola. Scivola invece Sergio Boccardo ed è costretto ad inseguire dal fondo.

Pistola parte cauto, ma già al secondo giro infila Russo e alza il mirino sulla coda del T-max di Barzaghi. Al terzo giro il romano si infila e comincia ad allungare lasciando Barzaghi in lotta con Russo. Dietro Panfili fa il suo ritmo, tenendo a distanza Ferrara, non a suo agio sul tracciato perugino. Intanto rimonta dalle retrovie Boccardo che salta Iacucci e si mette a caccia di Pischedda. A due giri dal termine Russo trova il varco su Barzaghi ma deve accontentarsi della seconda piazza alle spalle di Pistola ormai imprendibile. Barzaghi completa il podio di gara 1, precedendo il positivo Panfili, Ferrara e Pischedda che, in volata, resiste a Boccardo.

In gara 2 la pista è ancora bagnata ma tende ad asciugare in alcuni tratti. Le insidie non mancano ma Panfili trova lo scatto buono ed attacca con decisione già alla prima staccata portandosi al comando. Pistola però è deciso ad ipotecare il titolo e sul rettilineo prima del traguardo passa in testa. Panfili è molto aggressivo e cerca di rispondere al romano di Spillo corse che però mette metri sulla concorrenza. Rinviene Russo: il pilota di Tivoli prima ha il suo da fare con un agguerrito Boccardo poi incalza Panfili e lo infila al quinto giro. Il ritmo di Russo è impressionante, segna il giro veloce e prova a riprendere Pistola che però fa buona guardia e vince anche gara 2 su Russo e Panfili. Quarto chiude Boccardo su Barzaghi, Pischedda, Iacucci e Ferrara.

LE INTERVISTE

Per somma punti la vittoria va a Filippo Pistola: “Sono contento del risultato che mi da ulteriore margine sulla concorrenza e mi permette di affrontare l’ultima prova abbastanza tranquillo – afferma il giovane rider romano – sto raccogliendo i risultati di quattro anni in questa categoria sempre in crescendo. Grazie al team che comunque fa sempre un lavoro eccellente. In entrambe le gare sono partito molto cauto, poi ho visto che potevo allungare e sono andato via levandomi dai problemi che, in queste condizioni, possono sempre arrivare”

Pino russo chiude in seconda posizione e tiene ancora aperto un barlume di speranza per la corsa al titolo, dimostrando comunque di essere un pilota veloce e costante, precedendo sul podio un determinato Marco Panfili, felicissimo del risultato al rientro nella T-Max Cup.

I giochi del Trofeo Malossi dedicato alle bicilindriche di Iwata si decideranno a Vallelunga dal 13 al 15 ottobre.

Ilio Ascione