News News

Indietro

UN PELLEGRINO A CASTELLETTO

 

 

Tutto era cominciato con due protagonisti assoluti, che sembravano inattaccabili, con un passo gara decisamente superiore agli altri: Francesco Pellegrino e Francesco Villani si sono presentati a Castelletto di Branduzzo per la seconda prova del Trofeo GP80 Nord Malossi con le carte in regola per ben figurare. Il primo, ospite, per saggiare la consistenza degli avversari settentrionali, il secondo per staccare punti pesanti e puntare decisamente al titolo.

I turni di libere e le prime qualifiche dicono questo: Pellegrino e Villani girano sotto il muro dell'1'27”, gli altri ben al di sopra. Quello che sembra più in crisi è Valerio Gammino: il salernitano non trova il bandolo della matassa girando con tempi altissimi in tutte le sessioni.

Si mette in luce Volpi che, lentamente, invece trova il feeling giusto con la sua Aprilia, fermando i cronometri molto vicino a Simone Pellegrino.

Gara 1 in linea con le aspettative, almeno per Francesco Pellegrino: il salernitano parte male ma già al secondo giro si porta avanti al fratello Simone ed attacca deciso la pista. Dietro ci sono Simone e Gammino che duellano fra loro a suon di giri veloci, entrambi con un passo decisamente forte. La bagarre per la seconda piazza favorisce Villani: l'emiliano dopo qualche giri non al meglio si butta all'attacco, migliorandosi ad ogni passaggio. Al settimo giro è addosso ai due piloti del Team Pellegrino e prova ad infilarsi. Anche Gammino prova ad attaccare il suo compagno di squadra ma non riesce a passare. All'ottavo giro Villani fa il record di Castelletto ma non trova il varco per scalare posizioni. Sul traguardo arriva primo Francesco Pellegrino seguito dal fratello Simone e da Gammino.

Gara 2 e si scrive un'altra storia. Piove a Castelletto e i piloti montano le rain. Al via si muove benissimo Massimiliano Volpi che prova addirittura a portare la sua Aprilia avanti a tutti. La condizione piace al numero 24 ma ancor di più a Simone Pellegrino che rompe gli indugi e si porta in testa alla corsa. Francesco Pellegrino invece non resiste alla pressione di Gammino che passa di forza e prova a prendersi la seconda piazza. Fuori dal podio si ritrovano così i due protagonisti delle prove. Pellegrino suda ancor di più contro Villani. Il bolognese attacca ma è troppo irruento ed è costretto a riprendere nel corso del giro il distacco accumulato. Al settimo giro Villani tenta il tutto per tutto ma è troppo distante ed in staccata finisce per tamponare la Derbi numero 17 finendo a terra senza più riuscire a partire.

Sul traguardo transita primo Simone Pellegrino che si conferma re della pioggia dopo il doppio successo della gara di battipaglia: “mi trovo decisamente a mio agio sul bagnato – dichiara Pellegrino Junior – tutto il contrario di mio fratello. Quando è cominciato a piovere sono riuscito a passare in testa ed ho allungato quel tanto che mi ha permesso di amministrare. Dietro vedevo Volpi all'attacco ma non l'ho mai lasciato avvicinare”. Secondo posto in gara 2 per Volpi, soddisfatto per il risultato: “comincio a capire la moto – dice felice per il risultato – Già con l'asciutto ho recuperato parecchio rispetto alle gare precedenti. Con pista bagnata potevo anche tentare il colpaccio ma mi sono accontentato. Siamo sulla buona strada”.

Sul secondo gradino del podio sale Francesco Pellegrino, grazie alla vittoria di gara 1: “non parliamo di acqua... che mi viene la nausea – ammette il salernitano – è un mio limite e non lo nascondo. Alla fine sono contento comunque di chiudere sul podio”.

Sul terzo gradino c'è Valerio Gammino: “due terzi posti conquistati con i denti – dice il portacolori della Pellegrino Racing – Forse potevo ottenere un pizzico in più ma il rischio era tanto ed ho preferito amministrare. Il campionato è aperto e ci vedremo alla prossima di Pomposa”.

“Questo weekend sono finalmente in forma – aveva dichiarato Villani dopo le qualifiche – ed i tempi si vedono”. Il ragazzo va forte ma deve ancora trovare la giusta grinta in bagarre ed a Castelletto si è visto. Sarà per il prossimo appuntamento della GP 80 Nord sulla pista di Pomposa.

 

Ilio Ascione