News News

Indietro

TNSV: Consoli vince su bagnato e asciutto

 

Una prova di forza importante anche perché arrivata in condizioni meteo totalmente differenti. Non si sono tirati indietro gli avversari, anzi, e con la presenza del francese Riscles è stata messa altra benzina sul fuoco di una gara altamente spettacolare.

LE QUALIFICHE

Q1 bagnata e i piloti non scendono in pista affidandosi al meteo che dava la domenica calda e soleggiata. In Q2 la pista non è ancora in condizioni ottimali ma si gira con l’asciutto evitando alcune chiazze che tardano ad asciugarsi. Consoli capisce subito la situazione: soli tre giri, quanto basta per segnare la pole, anche se non è il record della pista. Gli avversari girano a lungo ed alla fine è Alessandro Melone a 8 decimi dal pilota del Team Macera mentre a chiudere la prima fila c’è un bellicoso ScooterMan che guida sugli acciacchi di un infortunio patito due giorni prima di venire a Cervesina. In seconda fila c’è Davide Zenari che precede il francese Riscles e l’esordiente Andrea D’Orta.

LE GARE

Gara 1 e ricomincia subito a piovere: ultimi aggiusti alla cieca in linea di partenza e si spegne il semaforo. Si accende subito la bagarre con Riscles che al termine del primo giro si porta al comando precedendo uno splendido Melone, Consoli, ScooterMan e Zenari. Più dietro ci sono D’Orta e Giannoni. Le posizioni cambiano ad ogni curva con i piloti che si adattano al meglio alle condizioni climatiche. A metà gara Consoli si porta al comando ma Riscles non da tregua e continua ad attaccare. Melone fa il terzo incomodo, aspettando un errore del duo di testa. Si staccano Zenari e ScooterMan che provano a portare a casa punti senza prendere troppi rischi. A due giri dal termine Riscles attacca con decisione e si rimette al comando ma Consoli non ci sta ed anche Melone si butta nella mischia. All’ultimo giro il siciliano passa, e va a vincere segnando il giro più veloce proprio sotto la bandiera a scacchi. Riscles è ad un decimo e ad un secondo chiude a podio Melone.

In gara 2 le condizioni sono decisamente migliori ed i piloti decidono i griglia di tentare il jolly con le gomme da asciutto. Al via Consoli e ScooterMan rischiano tantissimo imprimendo subito un ritmo elevato. I due allungano con decisione lasciando gli altri più cauti a distanza di sicurezza. ScooterMan gioca di esperienza e d’astuzia, ma il siciliano fa buona guardia e rintuzza tutti gli attacchi del pesarese che tira staccatone ad ogni curva. Dietro è lotta per il terzo gradino del podio con Zenari, Riscles e Melone che si cambiano di continuo le posizioni, anche se probabilmente la scelta di assetto meno estremo li tiene lontani dai due battistrada. A metà gara Zenari è costretto al ritiro per problemi meccanici, lasciando così la bagarre ai soli Riscles e Melone. ScooterMan si fa più insistente negli attacchi alla testa e Consoli decide di non rischiare ulteriormente con la “vecchia volpe” ed al sesto passaggio “spara” il giro veloce che fa comprendere all’avversario che non è il caso di insistere. Sul traguardo il siciliano transita con 2 secondi di vantaggio su ScooterMan aggiudicandosi così il punteggio pieno. Intanto Melone chiude terzo con grande margine su Riscles in quarta posizione. Quinto è Giannoni, sempre più a suo agio con il 100 dopo il salto di categoria.

LE INTERVISTE

Consoli porta a casa 50 punti e la vittoria al Tazio Nuvolari: “direi che è stato tutto perfetto, Antonio ha lavorato tantissimo sullo scooter da Varano a qui ed ora mi calza alla perfezione – sorride il portacolori del Team Macera – è un ex pilota oltre che un ottimo meccanico e sa quindi che se a me serve una cosa deve essere fatta come io chiedo. In gara 1 le condizioni non erano proprio le migliori ed il francese ha guidato veramente forte. Quando sono riuscito a passarlo sapevo che ci avrebbe riprovato in volata: grazie al lavoro fatto da Macera ho dato tutto gas e ho vinto io. Lo scooter ha tenuto la linea anche col bagnato. In gara 2 ScooterMan è stato una spina nel fianco, ma avevo quel pizzico di riserva e l’ho sfruttata: non volevo che si inventasse qualcosa nel finale”.

Alessandro Melone porta a casa il secondo posto: “ora cominciano le mie piste e posso giocarmela, a cominciare da Bari – racconta il massafrese della DPS – lo scooter è stato perfetto ed in gara uno ho lottato per la vittoria. In gara 2 Consoli e ScooterMan hanno approfittato della bagarre e sono volati via, dopo era inutile rischiare”.

Alle spalle di Kevin Riscles, terzo a pari punti con Melone, chiude ScooterMan: “Sono di Tavullia e le capellate le abbiamo nel DNA… - ride il veterano di NA Racing – ho avuto una piccola disavventura giovedì e sono arrivato in pista un po’ limato… In gara 1 non ero a mio agio, ma in gara 2 sono riuscito a sistemare tutto e finché ho potuto ci ho provato. Faccio i complimenti ad Alberto perché va veramente forte: gli ho tirato delle staccatone e lui non si è mai lasciato sorprendere”.

Ilio Ascione