News News

Indietro

TNSV: Assolo catanese

 

Partenza di stagione del Trofeo Nazionale Scooter Velocità a Modena e, anche quest’anno, non ci sarà il campione in carica a difendere il titolo. Infatti ScooterMan decide di ritirarsi col titolo alla soglia dei cinquant’anni. In compenso è di nuovo ai blocchi il campione 2017 Alberto Consoli che rispolvera la memoria agli avversari al rientro in pista dopo un anno sabbatico. Il catanese, in sella allo Zip curato dal Team D’Agata segna subito un gran tempo e conquista la pole position già nel primo turno di sabato. Alle sue spalle stupisce l’esordiente napoletano Alfonso Cirillo che si erge in seconda posizione avanti allo sloveno Aleks Ugrin. Seconda linea con Daniele Giberti (non al meglio in questa gara), mentre Gennaro Adinolfi fa vedere il potenziale del Typhoon girando con un passo molto vicino alla prima fila. A chiudere la seconda linea c’è il tedesco Kevin Pohl, con il team Malossi Racing Germany. Dietro i due toscani Daniele Giannoni e Fabrizio Bindi.

 Al via di gara 1 Consoli parte come un fulmine tirandosi dietro Giberti. In difficoltà invece Cirillo e Ugrin che impennano e involontariamente chiudono Adinolfi e Pohl partiti molto bene. Qui la chiave della gara! Alla prima curva gira in testa Giberti ma Consoli impiega pochissimo  liberarsi del romagnolo e ad allungare sugli avversari. Cirillo passa a metà giro e si mette all’inseguimento di Consoli. Seguono Giberti, Adinolfi, Ugrin, Pohl, Giannoni e, più staccato, Bindi. Comincia il capolavoro di Ugrin: lo sloveno non perde la testa e risale posizioni. A metà gara è su Cirillo che, saggiamente, lo lascia passare e ne sfrutta la scia. I due recuperano su Consoli che sembra essere in difficoltà col motore. L’ultimo giro è spettacolare: lo sloveno è nello scarico del siciliano alla staccata in fondo al rettilineo ma Consoli si inventa un ultimo settore da università delle corse e riesce ad uscire da tratto misto con un discreto margine che gli permette di vincere con 3 decimi su Ugrin e Cirillo. Quarto chiude Adinolfi dopo una bella lotta con Giberti. Pohl è sesto su Giannoni e Bindi.?Gara 2 e Consoli non vuol correre rischi e gira dai primi meri a ritmo di qualifica. Ugrin e Cirillo provano a tenere la ruota ma il catanese prende metri importanti ad ogni giro. Daniele Giberti è costretto subito al ritiro mentre Adinolfi si ferma ai box al secondo passaggio e rientra per onorare la gara, ma ormai e tutto compromesso. Giannoni viaggia in quarta posizione avanti a Bindi che sembra spaventato dalla potenza del 100. Intanto Consoli continua a dare il massimo e vince anche gara 2 con leggero margine sul tenacissimo Ugrin. Cirillo, stremato, nel finale scivola e si accontenta del terzo posto, seguito da Giannoni e Bindi.