News News

Indietro

TMX: CAMBIO AL VERTICE

 

TMax Cup sub judice a Binetto, nella terza prova del Trofeo: assente il leader Gianluca Rapicavoli la stagione si riapre con il punto interrogativo che verrà sciolto nei prossimi giorni. In sede di verifica, sul TMax del vincitore è stato riscontrato un particolare non conforme che necessità di ulteriori verifiche in sede. È stato così escluso di classifica Filippo Pistola (vincitore di entrambe le manche). La tappa di Binetto (in attesa di ulteriori accertamenti che rendono la classifica sub-judice) è stata assegnata a Giuseppe Russo, su Boccardo e Barzaghi.

LE QUALIFICHE

Nelle prove era spuntato Filippo Pistola che faceva sua la pole con netto vantaggio su Pino Russo, mentre si ergeva in prima fila Boccardo che sta entrando sempre più in sintonia con il TMax curato da SuperSonik. In seconda fila c’è Alessandro Pischedda (al rientro dopo l’infortunio di Varano) che precede Barzaghi e Cesare Fusto, mentre a chiudere lo schieramento c’è Franco Ferrara.

LE GARE

In gara 1 i brividi li offre subito Pischedda che, al termine del primo passaggio affronta troppo piegato la Bari1 e vola nella via di fuga. Pistola allunga senza grossi problemi avanti a Pino Russo e Sergio Boccardo. Si ritira anche Cesare Fusto ed in quarta posizione naviga Barzaghi su Ferrara. Al termine dei 14 giri le posizioni non cambiano con Pistola che passa primo sotto la bandiera a scacchi, precedendo Russo, Boccardo, Barzaghi e Ferrara.In gara 2 non prende il via Cesare Fusto e la corsa va via come la prima, con Pistola che precede Russo e Boccardo. Quarto è Barzaghi su Pischedda e Ferrara. La classifica viene ristilata dopo le verifiche con la decisione del Commissario Tecnico di escludere da entrambe le manche lo scooter n. 16 di Filippo Pistola.

La terza prova della TMax Cup va quindi a Giuseppe Russo, che in attesa del verdetto finale diventa anche leader del Trofeo, avanti a Sergio Boccardo e Dario Barzaghi. Giù dal podio c’è il quarto posto di Franco Ferrara ed il quinto di Alessandro Pischedda.