News News

Indietro

TMax Cup: E' tempo di Guerra

 

?È stata battaglia sulla pista di Cervesina, Pavia. Nel secondo appuntamento stagionale di TMax Cup, sul circuito intitolato a Tazio Nuvolari si è lottato fino all’ultimo respiro, fino alla bandiera a scacchi che, sventolando, ha decretato la vittoria Diego Guerra, pilota Marvin Racing Team ad aggiudicarsi la coppa e il gradino del podio più alto, una posizione sopra Filippo Pistola del team Spillo Corse e due dal collega di team Sergio Boccardo. Su un podio che, peraltro, non ha mantenuto le promesse strette sulla griglia di partenza. Al termine delle qualifiche, infatti, a posizionare la propria ruota anteriore davanti a tutti, dopo aver fermato il cronometro sull’1:30.974 era Filippo Pistola, seguito da Guerra (1:31.281) e dal torinese Boccardo, che chiudeva la prima fila in partenza con il tempo di 1:31.619.Nella prima delle due gare di domenica 12 maggio 2019, dopo un avvio conservativo delle posizioni, è Guerra a passare all’attacco, e conquistare, in apertura di un secondo giro che vedrà l’uscita anticipata di scena di Manuel De Gluadi, la testa della gara ai danni di un Filippo Pistola comunque sempre lì, a non mollare, cercando di infilare in più occasioni, e con Sergio Boccardo a chiudere il trio di testa che fino a metà gara contava un’unità in più. Andrea Minischietti, infatti, dopo il quinto degli otto giri previsti ha iniziato a perdere metri, ma non posizioni, chiudendo così quarto davanti a Rodio, mentre Guerra tagliava la linea del traguardo a braccio alzato.Secondo semaforo verde della giornata e, di nuovo, partenza a gas aperto per il pilota col numero 4, all’attacco di una prima posizione che conquista e non molla. Alla sua ruota, ancora, Pistola e Boccardo, a formare il trio e dettare un ordine di comparizione che sarà il medesimo nel primo e ultimo passaggio sulla linea del traguardo. In mezzo una gara, di fatto, a quattro, con Andrea Minischetti a non perdere di vista la triade mentre Pistola e Guerra, avvicendandosi in prima posizione, non fanno mancare lo spettacolo. Fino a due giri dal termine quando il romano del Marvin Racing Team chiude ogni spazio di discussione, resiste alle insidie di un mai domo rivale e va a prendersi la seconda, personale, vittoria di giornata. Quarta posizione per Minischetti, mentre Rodio e De Gluadi chiudono, rispettivamente, in quinta e sesta. 

Una vittoria bellissima, di testa ma anche di strategia. Una gara di quelle che piacciono a me– commenta Diego Guerra al termine della giornata di gare – dove si combatte e ci si diverte. Perchè la pista è questo cosí come lo sport, che è disciplina e correttezza. Quando ci sono bagarre come queste, vissute ma oneste, sono sempre le benvenute.

Una vittoria, quella del romano a Cervesina, che gli permette di raggiungere quota 76 punti nella classifca provvisoria, risalendo fino alla terza piazza, dopo la caduta in gara 1 della prima giornata che l’aveva costretto in sesta posizione. Secondo posto confermato, invece, per il suo collega di team Boccardo, con i 44 punti conquistati a Cervesina che si aggiungono ai 42 di Modena mentre la vetta rimane salda nelle mani di Filippo Pistola, da solo a 91 punti e 9 lunghezze dal suo inseguitore. 

Nella seconda parte della classifica, invece, Andrea Minischietti, del team omonimo, è quarto con 74 punti, seguito dai piloti del team Spillo e Rapi, Fabio Rodio (63) e Manuel De Gluadi (50), mentre  Maverick De Glaudi (Marvin Racing Team), assente sull’asfalto del circuito Tazio Nuvolari, è fermo a 16 punti.

Emanuela Macrì