News News

Indietro

SprintMatic: VERSO LA VETTA

 

Chi ferma Joe Schack? Il tedesco centra il terzo successo pieno consecutivo nella SprintMatic e si invola verso la conquista del titolo 2019. Anche a Magione nulla da fare per i concorrenti a bordo delle Vespe Sprint by Malossi che si sono dovuti accontentare del secondo posto alle spalle del coriaceo tedesco.

Già in qualifica si era avuta la sensazione che la Vespa n. 3 era pronta per festeggiare il terzo successo di fila. Soprattutto dopo la rinuncia di Adinolfi  preoccupato dalla fatica del doppio impegno con la Vespa e con Il SuperScooter 4Stroke. Il distacco inflitto agli avversari era comunque consistente: Ugrin  a 6 decimi e Pistola ad un secondo e 4.

Alla partenza di gara 1 però Schack trova in Ugrin un avversario molto coriaceo. Lo sloveno non molla la coda del tedesco per tutti gli 8 giri della gara ed in volata manca poco che non beffa il berlinese sotto la bandiera a scacchi: il distacco è di soli 94 millesimi di secondo. Dietro si fanno fuoco e fiamme con Pistola che ha il suo da fare a tenere a bada lo spagnolo Munoz Romero, che carica a testa bassa in ogni curva. Alla fine un errore manderà dietro lo spagnolo ma sarà Claudio De Stefano ad impensierire il romano fin sotto la bandiera a scacchi. Quinto chiude l’altro sloveno Svara che precede l’olandese Van Liere e Munoz Romero.

Si spegne il semaforo di gara 2 e Schack non vuole correre rischi imprimendo subito un ritmo forsennato alla gara. Ugrin si attesta in seconda piazza pressato da Pistola e De Stefano. Anche lo spagnolo tiene il ritmo del terzetto, ma  meno aggressivo di gara 1. Dietro si divertono Svara e Van Liere scambiandosi varie volte le posizioni. Nel finale Ugrin non regge la pressione di Pistola e soprattutto De Stefano: è infatti lui che costringe all’errore l’istriano nell’ultimo giro e va  a cogliere un meritato secondo posto precedendo Pistola, Munoz Romero, Svara e Van Liere

Per somma punti, alle spalle di Joe Schack chiude, per la prima volta a podio, Claudio De Stefano, lui la novità della SprintMatic a Magione: “per me oggi  stata una bellissima giornata – afferma il romano – ho seguito i consigli che ha dato Luigi Pannone, che oltre a preparare le Vespe in modo impeccabile,  sempre prodigo di consigli verso tutti i piloti. Questo secondo posto, per me che sono un neofita, ha il sapore della vittoria e mi da consapevolezza dei miei mezzi per le altre gare della stagione”