News News

Indietro

ScooterMatic: UN SICILIANO A PAVIA

 

Seconda prova del Trofeo Malossi ScooterMatic Girone Nord al furor bianco con gare incerte fin sotto la bandiera a scacchi. L’insert, come Wild Card, del vice iridato Samuele Marino ha messo pepe ad una categoria che già gode di rider ad alto livello. Il marsalese è approdato al Team S.C.K. con cui avevano già corso i fratelli negli anni passati e ha alzato il livello della competizione su una pista veloce e tecnica come il “Tazio Nuvolari” di Cervesina.

LE QUALIFICHE

Il primo turno di qualifica ha visto subito Marino miglior tempo inseguito a debita distanza dal tedesco Joe Shack e dal torinese Sergio Boccardo. A seguire l’altro siciliano Pietro Rizzo, il francese Kevin Riscles e Daniele Giberti. Segna l’ottavo tempo Mattia Finotello, primo del Regioni, avanti all’olandese Jeroen Van Liere (al rientro) e Matteo Guidi.

In Q2 Riscles si rimbocca le maniche e va all’attacco bruciando di pochi millesimi il tempo si Marino. Sale in prima fila anche Pietro Rizzo, con il terzo tempo sulla griglia. Seconda fila vicinissima con Boccardo, Giberti e Shack che migliorano avvicinandosi. Terza fila per Galbiati, avanti a Finotello (primo del Regioni) e Guidi.

LE GARE

Gara 1 e si capisce subito che ci sarà grande battaglia: al via le prime due file si avventano sulla prima curva con decisione alla ricerca del comando. 

Primo giro da paura e al termine è Riscles a passare in testa avanti a Rizzo, Marino, Giberti, Boccardo e Shack. Al giro successivo passa Rizzo, con Boccardo e Riscles alle calcagna. Le posizioni cambiano di continuo. Il primo colpo di scena a metà gara, con la scivolata di Riscles che divide il gruppo. Rizzo è in testa con quasi 2 secondi ma Marino è una furia. Non tengono il passo dei siciliani Shack, Boccardo e Giberti che inseguono. Il capolavoro di Samuele Marino è all’ultimo giro: il marsalese guida in carena per 2 kilometri e 800 metri segnando il nuovo record di Cervesina ad 1’35”5, un secondo e mezzo sotto il tempo della pole, aggancia Rizzo nelle ultime curve e va a vincere con 4 decimi di vantaggio. Alle loro spalle la volata per il terzo posto vede Giberti spuntarla su Boccardo e Shack. Riscles è sesto su Galbiati. Mattia Finotello vince il Regioni dopo aver duellato tutta la gara con Galbiati. Alle sue spalle chiudono l’olandese Van Liere, Matteo Guidi, Lanzolla e Bindi.

Gara 2 e prima sorpresa in griglia con l’assenza del francese Riscles che rompe il pistone nel giro di formazione. Al via è Pietro Rizzo a prendere il comando delle operazioni avanti a Marino, Giberti, Galbiati, Shack e Boccardo. Finotello comanda i “Regioni” su Guidi, Van Liere, Valente e Lanzolla. Il caldo afoso mette a dura prova gomme, motori e piloti. Rizzo non sembra avere il passo di gara 1 e viene passato da Marino e Shack che cambiano passo prendendo un discreto margine. Dietro c’è uno scatenato Boccardo che suona la carica alla caccia del podio ma deve fare i conti con un Giberti molto determinato. In testa intanto passa Shack e cominca un bellissimo duello con Samuele Marino. Il tedesco sta dimostrando tutto il suo talento contro gli specialisti italiani e rende difficile la vita al marsalese. Dietro Rizzo perde ancora terreno. All’ultimo giro Marino sferra l’attacco, ma Shack risponde da campione e vince con 2 decimi di vantaggio sul siciliano. Volata per il terzo posto con Sergio Boccardo che si regala il podio nel giorno del suo 48° compleanno su un grandissimo Giberti. Quinto chiude Rizzo su Galbiati. Finotello è ancora primo dei Regioni, su Jeroen Van Liere e Matteo Guidi, autori di una gara molto bella.