News News

Indietro

ScooterMatic: SCIACCA VINCE IL REGIONI, STURNIOLO RE DEL TRINACRIA

 

Chiusura di stagione per il girone Sicilia dei Trofei Malossi che assegna il titolo della ScooterMatic Regioni e quello del Trofeo Trinacria. L’Autodromo Concordia di Favara è teatro dell’ultima parentesi dei piloti isolani prima delle finali di Magione e Vallelunga ed è un buon allenamento e l’occasione, per alcuni big, di dare una svolta alla stagione. Verdetto annunciato invece nel Regioni dove a Vincenzo Sciacca basta controllare gli avversari.

LE QUALIFICHE

Invece il marsalese di Veggio Corse parte all’attacco già nelle qualifiche dimostrando di non avere timori reverenziali nei confronti dei Big presenti. Nel primo turno di qualifica piazza subito la stoccata e rientra ai box dopo aver fatto un altro giro velocissimo. Pole position nelle mani di Sciacca, inseguito vanamente da Carlo Sturniolo. Bene invece Antonio Tornabene, rientrato nel Team Birilli, terzo con facilità avanti a Pietro Trovato (ancora convalescente) che apre la seconda fila su Gino Saraceno e Carmelo Castilletti.

Nel secondo turno di qualifica non migliora Sciacca, concentrato sul passo gara, mentre Trovato segna il secondo scratch di giornata e sale in rima fila alle spalle di Sciacca, ma avanti e Sturniolo e Tornabene. Non cambiano le posizioni di Saraceno e Castilletti mentre in terza fila c’è Davide De Pasquale su Andrea Pisanò e Giovanni Abate. La matematica da ancora qualche speranza a Pisanò, Cerruto, Castilletti e Saraceno.

 

LE GARE

Allo spegnimento del semaforo si accende subito la bagarre fra i primi quattro con Sturniolo determinatissimo a dar filo da torcere nonostante qualche piccolo problema. Il catanese passa al comando mentre Tornabene scivola subito e riparte ottavo. Sciacca tiene il ritmo di Sturniolo, mentre Trovato marca stretto entrambi. I cambi di posizione sono continui, mentre dietro De Pasquale azzecca un’ottima partenza e si porta avanti al gruppo degli inseguitori, tenendosi alle spalle Castilletti, Pisanò, Garofalo e Aprile. Intanto risale Tornabene che salta facile il gruppetto riportandosi in quarta posizione. Ne approfitta Cerruto che si rimette in mezzo al gruppo Regioni a dare battaglia. Trovato intanto sembra averne e attacca, portandosi in testa anche Sturniolo che risponde subito. Ultimo giro e si trattiene il fiato: Sciacca attacca e si porta in testa su Sturniolo che risponde da campione. Trovato entra cauto nel tratto finale e prepara l’attacco per la vittoria: sembra averne per giocarsi la volata finale. Ed invece il messinese apre troppo presto il gas finendo in via di fuga. La gara va a Sturniolo per 115 millesimi su Sciacca, mentre Trovato riparte e chiude terzo su Tornabene. Si battaglia per la quinta piazza che vale il podio per la ScooterMatic Regioni alle spalle di Sciacca. Volata a cinque con De Pasquale che la spunta su Cerruto, Castilletti, Pisanò e Aprile, raccolti in un secondo. Vincenzo Sciacca mette al sicuro il titolo e può concentrarsi su gara 2 e sul Trofeo Trinacria.

Non prende il via in gara 2 Pietro Trovato che nell’uscita all’ultimo giro della prima manche rimedia una botta al piede. Al via Sciacca va in testa tallonato da Tornabene scatenatissimo. Sturniolo parte male ma si riprende subito passando in testa dopo poche curve. Tornabene però è in giornata e ripassa al comando. I primi tre volano via lasciando il solito gruppo in battaglia alle loro spalle. Castilletti mostra sangue freddo tenendo a bada De Pasquale, Garofalo, Cerruto, Saraceno e Aprile. Le posizioni in questo gruppo cambiano di continuo, mentre il terzetto in testa viaggia a ritmo di qualifica. Lo spettacolo è da brivido con sorpassi in punti impensabili che accende il tifo sugli spalti. Sciacca è bravissimo a rispondere ai due avversari più esperti ed evita anche di lasciarsi studiare. Dietro Castilletti si alterna al comando del gruppone con De Pasquale, ma anche lì è difficile tenere posizioni stabili per più di 3 curve.

A metà gara Tornabene cambia ritmo portandosi in testa e provando la fuga ma Sturniolo risponde e ripassa. Sciacca è sempre vicinissimo e all’ottavo giro ripassa Tornabene al comando. Poche curve e il palermitano per difendersi dagli attacchi allunga troppo la staccata cadendo e Sciacca ne approfitta per andare in testa. Sturniolo non da fiato e si rimette a tirare, mentre Castilletti è terzo dopo la caduta di Tornabene. Sturniolo prova lo strappo segnando il suo giro più veloce ma Sciacca fa il record di giornata e si prepara all’attacco nell’ultimo passaggio. Prova all’esterno nel tratto in discesa ma il veterano catanese tiene botta. I due percorrono affiancati le ultime curve ed è Sturniolo di esperienza a spuntare per primo sul rettilineo e andare a vincere su Sciacca, aggiudicandosi il Trofeo Trinacria. Dietro i due mattatori Davide De Pasquale si prepara alla volata per il terzo posto non fallendo l’obiettivo su Garofalo, Castilletti, Cerruto, Aprile e Saraceno.