News News

Indietro

ScooterMatic Replica: Rondina…fa primavera

 

Dopo aver trionfato a sorpresa nella gara di apertura a Varano de’ Melegari, Nicola Rondina fa il bis a Cervesina con due rimonte da cineteca. Daniele Di Bona, imprendibile nelle prove e Gara 1, paga a caro prezzo un altro ritiro. Ne approfitta anche Andrea Visani, che si aggiudica la SuperScooter.

 

LE QUALIFICHE

La pioggia è, sfortunatamente, protagonista indiscussa in Q1. Con un asfalto insidioso e previsioni meteo in netto miglioramento per la domenica, nessuno rischia di avventurarsi in pista. Fanno eccezione i fratelli Di Bona, con Daniele a fare l’andatura in 2’11 basso ed il fratello Raffaele a ruota. Poco dopo li raggiunge Luca De Mercurio (all’esordio nella categoria, proveniente dal girone Sud). I tempi sono poco indicativi, ma ad onor di cronaca si impone Raffaele Di Bona in 2’06.416.

I fratelli Di Bona dettano il ritmo anche in Q2 sull’asciutto, abbassando progressivamente i tempi sul giro fino a 1’45. La pole va a Daniele, autore di un best lap di 1’45.266. Con un colpo di reni, Matteo Guidi sigla il secondo tempo a +0.156, mentre Raffaele Di Bona chiude a +0.431 dal fratello. Più staccati, seguono Davide Morselli, Andrea Visani, Luca De Mercurio, Caio Souza, Fabrizio Bindi e Nicola Rondina, leader in classifica, alle prese con problemi tecnici.

GARA 1

Daniele Di Bona mantiene la prima posizione allo spegnimento dei semafori, con Guidi ed il fratello Raffaele in scia. Morselli, autore di uno scatto non perfetto, si riprende immediatamente la quarta posizione con una staccata decisa su Visani. Bastano però poche curve perché il gruppo si divida: Daniele Di Bona e Guidi, gli unici in grado di girare in 1’43 netto, vanno in fuga. Rondina risale fino al quarto posto dal fondo dello schieramento, e anche De Mercurio si mette in mostra siglando tempi interessanti. A metà gara, Rondina ha un ritmo identico a quello della coppia di testa, e recupera su Raffaele Di Bona per giocarsi il podio. Daniele Di Bona dà lo strappo decisivo a due giri dal termine, mettendo a referto il giro veloce in 1’42.932, e si aggiudica la vittoria davanti a Guidi. Rondina è terzo dopo aver beffato Raffaele Di Bona al foto-finish. De Mercurio chiude la top five seguito da Visani, Morselli, Bindi e Souza.

 

GARA 2

Con la pioggia che torna a cadere abbondante sul circuito intitolato a Tazio Nuvolari, i fratelli Di Bona si portano al comando ma è Rondina ad azzeccare lo spunto migliore alla partenza, risalendo dal nono al terzo posto subito davanti a Morselli. Seguono, leggermente più attardati, Guidi, De Mercurio, Visani, Bindi e Souza. In testa alla corsa il poker composto dai fratelli Di Bona, Rondina e Guidi fa la differenza sul passo, ma Daniele Di Bona paga a caro prezzo la scarsa esperienza sul bagnato e scivola in staccata per poi ritirarsi. Col passare dei giri, De Mercurio migliora sensibilmente i propri riferimenti e mette Morselli, ora terzo, nel mirino. Rondina prende inizialmente margine su Raffaele Di Bona che però non molla e, caparbio, ricuce lo strappo in tempo per la volata finale.. Rondina riesce però a fare la mossa decisiva in uscita dall’ultima curva, vincendo al foto-finish con tre decimi di vantaggio su Raffaele Di Bona. De Mercurio chiude il podio davanti a Morselli, Visani, Bindi e Souza.

Dopo due round, la classifica vede Rondina saldamente al comando con 90 punti. Grande equilibrio alle sue spalle, con Guidi, Visani e Morselli racchiusi in due sole lunghezze.

Luca Semprini