News News

Indietro

ScooterMatic: Cacciatori di record

 

Ufo a volo radente al Valle dei Templi per la prima prova del Girone Sicilia della ScooterMatic: sull’autodromo di Racalmuto erano ben 8 i piloti sotto il record dello scorso anno al termine di 2 turni di qualifica decisamente combattuti. Il livello qualitativo dei piloti isolani è elevatissimo e non è una novità nei Trofei Malossi, ma sta crescendo in maniera esponenziale anche il livello tecnico dei preparatori, già bravi di loro, che stanno tirando fuori dagli scooter quello anche l’impossibile.

LE QUALIFICHE

La prima prova siciliana (dopo l’annullamento della gara di Acireale per il maltempo) ha visto radunarsi un bel numero di piloti. Nella Q1 viene fuori a metà sessione Filippo Marino, in splendida forma e quest’anno deciso a dare battaglia per il titolo: il suo giro è ad oltre 117 Km/h di media. Abile a prendere la scia Samuele Marino che il giro successivo chiude a soli 9 millesimi dal fratello maggiore. A completare la prima fila c’è Marco Rapisarda. In seconda fila c’è il leader del Trofeo Nazionale (ed ex campione internazionale) Alberto Consoli che precede gli altri iridati Francesco Bonomo e Mario Tornera. Pietro Trovato (recordman lo scorso anno a Raclmuto) è settimo davanti a Rizzo e Tornabene.

Nel secondo turno di qualifica si fa vedere ancora Filippo Marino, che alza l’asticella di un altro decimo, candidandosi come il pilota da battere, ma deve fare i conti con Mario Tornera che riesce a portarsi in prima fila alle spalle dei due fratelli di Marsala. Consoli scende sotto il muro dell’1’18” ma rimane in quarta posizione e nello schieramento di partenza precede Rapisarda e Bonomo. Passalacqua beffa Trovato che così si ritrova idealmente leader della ScooterMatic B davanti a Pietro Rizzo, pur girando sotto il suo record dello scorso anno. L’atteso Sturniolo (all’esordio con il C1) si ritrova addirittura in undicesima posizione, ma sta prendendo le misure al propulsore per lui sconosciuto.

LE GARE

Nel pomeriggio si calma il vento e la pista si presenta in perfette condizioni, con temperature intorno ai 24 gradi ed un bel sole. Al via di gara 1 si scatenano subito i riders siciliani e lo spettacolo è ad altissimo livello. Avanti va subito a tirare Filippo Marino portandosi dietro un lungo trenino: il leader prova a dare lo strappo ma gli altri stanno molto attenti e le lunghe scie aiutano a tenere il contatto. Risale come un ossesso Pietro Trovato che si mette nella ruota di Consoli. Intanto a metà del gruppetto di testa scivolano prima Passalacqua e poi Samuele Marino lasciando via libera ai primi tre. A metà gara Trovato prova l’attacco e si porta in testa, ma fanno buona guardia sia Filippo Marino che Consoli. Nell’ultimo passaggio si gioca di tattica e Marino è il più abile, andando a vincere per soli 32 millesimi di secondo su Consoli e 4 decimi su Trovato. Quarto in solitario è Mario Tornera mentre risale in quinta posizione Carlo Sturniolo avanti a Rapisarda, Passalacqua, Samuele Marino, Tornabene e Saraceno che chiudono la top ten. Nella ScooterMatic B il successo è di Pietro Trovato, su Sturniolo e Tornabene. Palma della sfortuna per Francesco Bonomo costretto al ritiro per problemi meccanici.

In gara 2 si ripete il copione del primo round  con Filippo Marino che parte fortissimo alzando subito il ritmo di gara. Consoli però non da tregua e passa a condurre tirandosi dietro il lungo trenino. La risposta di Marino non tarda ad arrivare e le posizioni in testa si cambiano di continuo. Altro ritiro per Francesco Bonomo oggi incappato in una giornata decisamente storta. Intanto risale anche Tornera che mette le ruote avanti ma viene risucchiato di nuovo. Nessuna fuga e nessun errore nel gruppo degli inseguitori che rimane incollato ai primi tre: Trovato, Samuele Marino e Rizzo non entrano mai nella bagarre per il podio, attenti a non commettere errori. Nell’ultimo giro Consoli prova a giocare di tattica ma dietro si aprono tutti a ventaglio ad ogni curva. Il catanese riesce a fare il giro veloce ma più bravo di lui è Tornera che lo fulmina sul traguardo per 154 millesimi di secondo. Terzo ( a 3 decimi dal vincitore) chiude Samuele Marino che beffa il fratello maggiore per 8 centesimi e Pietro Trovato per 2 decimi. Rizzo è sesto a poco più di un secondo. Volata per la settima piazza con Sturniolo che ha la meglio su Passalacqua, mentre più staccati chiudono la top ten Tornabene e Rapisarda. La classifica fra i riders della ScooterMatic B vede la vittoria di Trovato su Rizzo e Sturniolo.

Per somma punti la prima prova del Girone Sicilia del Trofeo Malossi ScooterMatic va ad Alberto Consoli: “oggi non eravamo al top e poi abbiamo scoperto che ho chiuso la gara con la fascia grippata ed il pistone quasi bucato – racconta il catanese del Team D’Agata – comunque sapevo che sarebbe stata difficile con 8 piloti sotto il record dello scorso anno. Il livello è altissimo e vedrete che alla prossima saremo ancora più vicini tutti. Oggi mi è andata benissimo, viste le condizioni del motore: poi con questi arrivi in volata non sai mai cosa può succedere. la mia fortuna è stata che i due vincitori delle manche sono finiti entrambi quarti nell’altra ed io sono primo per un punto”.

Seconda piazza per il campione in carica della ScooterMatic Sicilia, Mario Tornera: “felicissimo del risultato, anche perché venuto fuori da una gara bella, corretta e combattuta – afferma il messinese della M.D.M – mi dispiace che non era della partita Marco De Pasquale per un infortunio casalingo, poteva dire la sua: gli dedico la coppa”.

Terzo posto per Filippo Marino, apparso in grandissima forma dopo le sporadiche uscite dello scorso anno: “Ho deciso di riprovarci a tempo pieno e sono arrivato qui ben allenato – dice il leader della M.F. Moto – Gara 1 è andata benissimo, mentre in gara 2 mi ha beffato proprio mio fratello Samuele sotto la bandiera a scacchi. Sarà importante essere costanti in tutte le gare e poi tireremo le somme: non sarà facile per nessuno, siamo veramente tanti ad avere le carte in regola per puntare al titolo”.

Quinto fra i big Samuele Marino: “peccato per la scivolata in gara 1 ma mi sono fatto prendere dall’ansia che gli altri scappavano ed ho allungato troppo la staccata – racconta il più piccolo dei fratelli marsalesi – in gara 2 sono stato più calmo e siamo arrivati tutti in volata: eravamo tanto vicini che ho provato ad andare a vincere, ed invece ho tolto la vittoria di giornata proprio a Filippo… comunque io ho solo da imparare dagli avversari, mentre vedo mio fratello decisamente in forma e può puntare al titolo”.

Quarto in classifica e vincitore della ScooterMatic B Pietro Trovato: “rimane il rammarico di qualche problema in prova che mi ha attardato un po’ altrimenti si poteva fare qualcosa in più – spiega il messinese – lo scorso anno ho perso per un mio errore di valutazione, quest’anno ci ho provato, ma con questi arrivi in volata serve anche un po’ di fortuna ed io non ne ho avuta molta. Dedico la vittoria della B a mia moglie e alle mie figlie che sono le mie più grandi sostenitrici”.

Carlo Sturniolo chiude in sesta piazza e secondo della ScooterMatic B: “Sono felicissimo perché credevo di trovare più difficoltà nella sistemazione del C-ONE ed invece ha girato fortissimo tutto il weekend senza nessun problema – racconta il catanese di Patatina Racing – metto in archivio questo risultato e penso alla prossima a Favara dove conto di essere molto più vicino agli altri: anche se loro hanno un po’ di vantaggio spero di colmare la differenza e giocarmela fino alla bandiera a scacchi”.Per somma punti il podio della ScooterMatic B vede il terzo posto di Antonio Tornabene davanti a Gino Saraceno e il regolarissimo Giovanni Abate.

La seconda prova del Girone Sicilia del Trofeo Malossi ScooterMatic è il prossimo 4 giugno sull’autodromo Concordia di Favara.