News News

Indietro

RPL:GOLDEN ROOKIE

 

Alla faccia dell’Entry Level dei Trofei Malossi: la ScooterMatic Replica del Girone Sicilia sta dimostrando grandissima qualità di piloti ed anche di preparatori, in grado di mettere a punto al meglio i mezzi più “semplici” delle serie multicolori.

Sull’autodromo Concordia a Favara i Replica hanno viaggiato sul filo dei 100 Km/h di media e dato vita a gare altamente spettacolari.

LE QUALIFICHE

Nel primo turno di qualifica è Vincenzo Sciacca riesce a trovare il giro buono che lo porta in pole position: già al secondo passaggio è quasi all’1’14” netto, poi farà altri due giri mostruosi che gli consentono di limare ancora qualche millesimo. Alle sue spalle sembrano tutti irrimediabilmente distaccati, ma a metà turno Angileri comincia a macinare e si avvicina. Dietro si lotta per la prima fila e Aprile riesce a beffare Peralta. Culicchia precede il campione in carica Cerruto, mentre Arena chiude lo schieramento.

Nella Q2 Vincenzo Sciacca mostra i muscoli migliorando subito il tempo e poi, in progressione, scendendo fino all’1’13”5 che gli vale la pole. Angileri anche migliora e si porta a 3 decimi da Sciacca, ma capisce che è rischioso cercare di migliorare. A chiudere la prima fila arriva uno scatenato Cerruto che sistema il suo zip e si porta a 6 decimi dalla pole, spedendo in seconda fila Peralta, Aprile e Culicchia.

LE GARE

Allo spegnimento del semaforo di gara 1 parte fortissimo Angileri, con Sciacca che invece rimane intruppato. Avanti c’è il gruppo selvaggio con Cerruto e Peralta che cercano in tutti i modi di insidiare la leadership di Angileri. Fa buona guardia Aprile con Culicchia alle sue spalle. Intanto Sciacca riesce a portarsi a ridosso di Angileri ma una sbavatura lo riporta dietro. Stessa sorte anche per Cerruto al penultimo giro. Giuseppe Angileri taglia per primo il traguardo con Emanuele Peralta in seconda posizione e Manuele Aprile terzo avanti a Culicchia, Cerruto e Sciacca.

In gara 2 si ripete lo spettacolo a ranghi ancora più serrati. Angileri riparte subito in testa, ma questa volta Sciacca gli rimane incollato. I due viaggiano sotto i tempi della pole e riescono ad allungare sulla concorrenza. Peralta, Aprile, Culicchia e Cerruto sono in piena bagarre per il terzo posto, con posizioni che cambiano ad ogni curva. Angileri guadagna metri in testa ma Sciacca è una furia e al penultimo giro abbassa ancora il record della pista e riavvicinando il rivale. Ma il leader fa buona guardia e chiude anche gara 2 con 2 decimi di vantaggio su Sciacca. Arrivo in volata per l’ultimo gradino del podio: sul rettilineo si aprono a ventaglio ma la spunta Aprile, su Peralta, Cerruto e Culicchia che finisce a soli 206 millesimi dal podio.

Giuseppe Angileri conquista la prima vittoria nei Trofei Malossi a punteggio pieno: “è stata una gara molto difficile e combattuta – afferma il rider di Domy Racing – ma devo ringraziare il mio team che ha fatto un lavoro eccellente che mi ha permesso di gestire al meglio soprattutto gara 2”.

Alle sue spalle chiude Manuele Aprile su Emanuele Peralta, accorciando così la classifica che vede 6 piloti in soli 25 punti e 4 manche da disputare. E con i valori visti in campo, tutto può ancora succedere.