News News

Indietro

FINALMENTE CIRILLO

 

Grandi aspettative per la prima prova del Girone Sud del Trofeo ScooterMatic Malossi. Gli ingredienti c’erano tutti per rendere la giornata sull’Autodromo Gianni De Luca di Airola fuori dal comune: una delle piste più amate dai piloti, rientri eccellenti, ed un agonismo in pista che si respirava a pieni polmoni. A questo si aggiunga la grande competitività dei riders del Trofeo Regioni, vicinissimi ai Big come tempi e la miscela diventa esplosiva.

LE QUALIFICHE

Si comincia con le prove libere, e si vede che tutti hanno un passo straordinario: al termine c’è Paduano avanti di pochissimo su Alessandro Melone. Ottimo il rientro di Rivieccio che tiene il passo, incalzato da due vecchie volpi quali D’Urso e Rucci. Tre rientri eccellenti cui si aggiunge anche quello di Gennaro Barbato, tornato con l’entusiasmo di sempre.

Qualifiche e si comincia a fare sul serio. C’è molta umidità nell’aria, ma il tempo regge grazie ad n fortissimo vento che infastidisce i piloti ma tiene lontana la pioggia. Primo turno per la ScooterMatic e il campionissimo Alessandro Melone trova subito il giro buono. Il pilota di DPS non è in perfetta forma ma trova il guizzo per portarsi in pole. Il massafrese rimane in pista alternando tornate tirate a giri di riposo, anche per compensare la mancanza di allenamento. Sembra fatta, ma proprio sotto la bandiera a scacchi spunta Alfonso Cirillo che brucia Melone per soli 2 millesimi di secondo. In terza posizione si porta Paduano. Seguono Scelzo, Rivieccio e Formisano, con i due veterani che non riescono a scendere sotto il 52.

Q2 e Cirillo capisce subito che è inattaccabile, fa pochi giri per controllare che tutto funzioni sullo Zip preparato dal Team Kinder e rientra ai box. Melone e Paduano ci provano in tutti i modi, ma devono accontentarsi delle posizioni acquisite in Q1. Si avvicinano Scelzo e Rivieccio, mentre Formisano non gira per un problema fisico.

D’Urso fa ricordare tutto il suo repertorio agli avversari e già nel primo turno di prove si porta molto vicino ai big. Alle sue spalle si porta Vacchiano che, da quest’anno nel team Kinder, mostra subito una grande grinta. Terzo tempo per Rucci che va in progressione alla ricerca del passo gara. Seconda linea per Eboli su Giglio e D’Orta, mentre seguono staccati Mascolo e Celentano, con i due veterani Musella e Barbato attardati da problemi.Secondo Turno di qualifica e D’Urso si conferma il più veloce del Regioni, tenendo a bada un grintosissimo Rucci. Risale anche Eboli su Vacchiano, D’Orta e Giglio, mentre Barbato sistema il suo scooter e si porta in settima posizione avanti a Mascolo Musella e Celentano.

 

LE GARE

In gara si va in griglia unica con D’Urso in seconda fila alle spalle di Cirillo, Melone, Paduano, Scelzo e Rivieccio. Al semaforo Eboli si fa sorprendere e viene penalizzato per partenza anticipata: “ho fatto un errore, chiedo scusa” ammetterà a fine manche parlando col direttore di gara. Regolarissima invece la partenza dei primi quattro che mettono subito pepe alla corsa. Cirillo parte fortissimo incalzato da Paduano. Melone è guardingo e preferisce seguire Scelzo in quarta posizione.

Il ritmo si fa subito incandescente e Rivieccio perde il contatto con il quartetto. Al terzo passaggio Paduano atttacca Cirillo e si porta al comando, col napoletano che si accoda in attesa. Dietro prendono coraggio Rucci (partito fortissimo) e D’Urso che ricuciono l’iniziale strappo con Rivieccio e cominciano a pressare il 4 volte campione ScooterMatic. In terza posizione dei Regione, con Eboli penalizzato, si alternano D’Orta, Mascolo e Giglio, ma è Vacchiano che a metà gara spunta di grinta sul gruppone. A metà gara situazioni invariate in testa alla gara con Cirillo che disturba Paduano ma non attacca, mentre Scelzo fa acrobazie per rimanere incollato a Cirillo e avanti a Melone. Gli ultimi giri si fanno in apnea: Cirillo prova ad attaccare Paduano che si difende, mentre Melone passa Scelzo che prova a rimettersi avanti al campione in carica. Dietro D’Urso e Rucci si giocano la vittoria del Regioni usando Rivieccio come sparring partner. Alla esse c’è l’attacco deciso di Cirillo ma Paduano stacca lontanissimo e poi riesce a tenere l’esterno. All’uscita della curva di ritorno Cirillo perde per un attimo l’avantreno e Paduano respira chiudendo gara 1 con 3 decimi su Cirillo. Terzo Melone su Scelzo mentre dietro D’Urso mette al sicuro il risultato del Regioni mettendo fra lui e Rucci Rivieccio. Terzo del Regioni chiude Vacchiano avanti a Musella, in gran rimonta nel finale, e Giglio in debito di motore. Più dietro finiscono D’Orta, Eboli e Barbato.

Gara 2 e si ripete il copione di gara 1 con i primi 4 che partono a fionda. Paduano è molto aggressivo e si porta al comando avanti a Scelzo, Cirillo e Melone. Rivieccio è quinto ma incalzano subito Rucci e D’Urso alle sue spalle in lotta per la supremazia nel Regioni. Al terzo giro cambiano le posizioni con Scelzo che si porta al comando su Paduano, Melone che passa Cirillo e Rucci che scavalca Rivieccio. I primi quattro girano raccolti in 3-4 decimi, un po’ più staccati inseguono Rucci, Rivieccio, D’Urso, Eboli, Musella e Giglio. Vacchiano scivola ed insegue nelle retrovie. Rivieccio non ci sta a rimanere in coda ai due Regione e attacca: al torrese mancherà il fiato in bagarre ma ha esperienza e talento e rimanda indietro Rucci per poi difendersi. Altro cambio di ritmo nel finale con Cirillo (fino ad allora tranquillo in quarta posizione, che cambia passo attaccando prima Melone e poi Paduano. A tre giri dalla fine prova ad attaccare ripetutamente Scelzo che fa buona guardia anche se si capisce che sta guidando oltre il limite. All’ultimo giro Cirillo attacca alla esse e questa volta passa, ma sull’allungo di ritorno Scelzo è bravissimo ad uscire forte e ripassa al tornantino. Cirillo non si perde d’animo e con una staccata difficilissima all’ultima curva ripassa in testa per poi chiudere in volata con un vantaggio di soli 122 millesimi di secondo.

Terzo chiude Paduano a 3 decimi dal vincitore ed in volata su Alessandro Melone. Adrenalina ance per la quinta piazza con D’Urso che beffa ancora una volta Rivieccio con un attacco all’ultimo giro e vince la classifica del Regioni a punteggio pieno. Rucci è secondo avanti ad un combattivo Eboli. Quarto della ScooterMatic Regioni è Musella, dopo una bella lotta con Giglio e Celentano, mentre più attardati finiscono Vacchiano e Barbato.Per somma punti Alfonso Cirillo porta a casa la prima vittoria in carriera nella ScooterMatic davanti a Paduano, Scelzo e Melone. Antonio D’Urso è quinto assoluto e primo del Trofeo Regioni e precede Federico Rucci, Giuseppe Musella, Giancanio Eboli e Nando Vacchiano.Il prossimo appuntamento con il Girone Sud della ScooterMatic è in concomitanza con la seconda prova dei Trofei Nazionali sull’Autodromo del Levante di Binetto in provincia di Bari il 6 e 7 maggio.

Ilio Ascione