News News

Indietro

4Stroke – All in!

 

 

LE QUALIFICHE 

 

Minischetti detta il ritmo inizialmente in Q1 rifilando un secondo agli inseguitori, con Adinolfi e Marano a contendersi il resto della prima fila. Seguono Calonaci, Barzaghi e Morgante. Marano e Calonaci lottano in tandem, e sul finale riducono sensibilmente il gap dal capo-classifica: Minischetti tiene la vetta con un 1’28.315, con Marano, Calonaci ed Adinolfi sotto al secondo di ritardo. Più attardati Barzaghi e Morgante. 

In Q2, Marano si conferma re della pioggia come a Cervesina: il numero 23 sigla un 1’44.521 e rifila distacchi pesanti. Calonaci in qualche modo limita i danni, precedendo Minischetti, Morgante e Adinolfi. 

 

LE GARE 

 

Allo spegnimento dei semafori in Gara 1, Marano parte bene e si difende da un attacco all’interno di Calonaci per prendere il comando. Minischetti controlla dal terzo posto, mentre Adinolfi, più cauto in avvio di gara, è quinto alle spalle di Morgante e davanti a Barzaghi. Calonaci prende momentaneamente la testa della corsa sfruttando una maggiore velocità in uscita sul rettilineo, mossa che Marano replica al giro successivo. Morgante, all’esordio nella categoria, si mette in luce lottando per il terzo posto con il capo-classifica Minischetti. 

La battaglia al vertice è al limite, e Calonaci scivola alla prima staccata dell’ultimo giro. Rimasto solo al comando, Marano vince la sua seconda gara stagionale davanti a Minischetti e Morgante. 

In Gara 2 è Minischetti a centrare l’”holeshot” con Marano e Adinolfi sulle sue piste. Con un buon avvio anche da parte di Adinolfi, si forma immediatamente un gruppo di quattro piloti in lotta per la prima posizione. Tuttavia, alla staccata in fondo al rettilineo, Calonaci perde l’anteriore e trascina involontariamente a terra anche Adinolfi. Minischetti può così dettare l’andatura più facilmente, ma Marano occasionalmente incrocia le traiettorie e si fa vedere nel tentativo di indurlo all’errore. Leggermente più attardato, Barzaghi difende abbastanza comodamente la terza posizione mentre Adinolfi, riuscito ad evitare il ritiro dopo la caduta, gira su tempi identici a quelli del duo di testa e scavalca Morgante portandosi in quarta posizione. La volata finale, dura ma pulita, premia Minischetti che si aggiudica così anche la classifica di giornata, portandosi a +18 su Adinolfi e Marano ed ipotecando la difesa del titolo. Chiudono il podio Marano e Barzaghi. 

 

Luca Semprini