News News

Indietro

[SCMT ITA SIC] TERRA DI CONSOLI

Duelli da brividi!

 

Trofeo ScooteMatic Italia Malossi Girone Sicilia al via con i fuochi d'artificio: sulla Pista Santa Venera i migliori specialisti della Trinacria si sono dati appuntamento per la prima prova stagionale del campionato promosso dalla Race Service. Griglia piena con nomi di assoluto rilievo: dal campione in carica Nicola Mannino al terzo del 2010 Francesco Bonomo, dal coriaceo Piero Trovato all'ex campione Nazionale Mario Tornera, passando dallo sfidante di lusso Alberto Consoli al campione 2009 Raspanti, a Mottola ed a tutta la vecchia guardia dei Trofei Malossi, tornata compatta a sfidarsi sulle piste siciliane.

Il primo colpo di scena già nelle libere del sabato: Nicola Mannino scivola e si lussa una spalla lasciando campo libero agli avversari.

La domenica mattina nelle libere il migliore è Alberto Consoli: il pilota di casa prova a fare subito il vuoto ma Mottola e Trovato gli sono vicinissimi.

Al primo turno ufficiale si  comincia a fare sul serio: Andrea Mottola ed Alberto Consoli si alternano in testa alla classifica marcati a vista da Trovato. Consoli è sempre in carena e riesca a scendere sotto il muro del 43 secondi. Trovato prende la scia e si porta anche lui sotto il muro dei 43 a pochissimi millesimi dal catanese. I giochi sembrano fatti ma proprio sotto la badiera a scacchi Mottola si porta in terza posizione con lo stesso tempo di Trovato. A completare la prima fila c'è Ignazio Scianna costante e veloce per tutta la prima sessione. In seconda fila c'è Bonomo affiancato da Morreale, Tornera e Raspanti, mentre dietro ci sono Cuciti, Milone, Bona (in difficoltà con le gomme) e Mario Pintacoda, tutti in un solo secondo e 6 dalla pole position! Secondo turno e la musica non cambia: Mottola e Consoli si alternano avanti a tutti mentre Trovato si dedica al setup dello Zip. Alla fine è Consoli a spuntarla dopo che Mottola aveva tirato giù la sua pole per tre giri di fila, rendendogli la vita particolarmente difficile. Al fianco dei due velocissimi piloti c'è Piero Trovato e Ignazio Scianna che riesce a migliorarsi nel secondo turno. Sale in cattedra Cuciti e conquista la quinta posizione in griglia davanti a Tornera Raspanti e Bonomi, lasciando in terza fila Morreale (acciaccato per una scivolata), Danilo Milone, Pierpaolo Bona e Mario Pintacoda. A chiudere lo schieramento c'è Antonio Maggio, veloce ma non ancora all'altezza dei più esperti avversari.

Gara 1 e grande spettacolo: Piero Trovato parte a razzo dalla terza posizione andando a prendere subito la testa seguito dal trenino in gran bagarre. Trovato tiene dietro Mottola e Consoli ma entrambi lo pressano. Consoli trova il varco e si porta in giro al secondo giro con Trovato in gran Bagarre con Mottola. Dietro e battaglia per la quarta piazza con Scianna che capisce subito che non è possibile tenere il passo dei primi tre e difende la quarta piazza dagli assalti di Cuciti, Morreale, Raspanti e Tornera che si aprono a ventaglio ad ogni staccata. Finisce invece subito la gara di Bonomo, scivolato alla curva 1. Altro trenino in gran lotta per la nona posizione: Pintacoda, Milone e Bona si scambiano ripetutamente la posizione ma l'agonismo gli fa perdere il contatto con gli altri piloti.

Gli ultimi due giri sono da paura: Piero Trovato cambia passo e si butta alla caccia di Consoli, lasciando annichilito Mottola. Il messinese prova ripetutamente ad infilare il giovane catanese ma il pilota del Team D'Agata mantiene la calma andando a chiudere, correttamente ogni varco e sparando il suo giro veloce. Consoli taglia vittorioso il traguardo di gara 1 davanti a Trovato e Mottola. Giù dal podio ci sono Scianna, lo stoico Morreale, Cuciti e Raspanti, mentre Tornera, scivolato nell'ultimo giro, stringe i denti e riesce a portare il suo Zip in ottava posizione in volata su Mario Pintacoda e Danilo Milone.

Gara 2 ed è la volta di Mottola a partire come un fulmine, ma deve fare i conti con Consoli e Trovato veramente incontenibili. Alla curva 3 Trovato allunga la staccata e va in testa ma la gioia è per pochissimi metri perché Consoli lo passa senza esitazione. Ma sul traguardo cambiano ancora le posizioni con Mottola che si rimette al comando su Consoli e Trovato.

Dietro c'è Scianna che ha il suo da fare con Morreale, Bonomo, Cuciti e Raspanti. Tornera non riesce a far andare il suo mezzo e si trova in bagarre con il terzo gruppo formato da Milone e Pintacoda.

Davanti Consoli passa Mottola che le prova tutte per rimanere nella ruota del catanese. Trovato invece mantiene la calma ed attacca a metà gara passando Mottola. L'esperienza contro l'irruenza, ma intanto Consoli è lontano: Trovato guida sui binari, proteggendo le traiettorie mentre Mottola è spesso in correzione, ma altrettanto veloce. Al termine di 11 giri infuocati Alberto Consoli vince con un vantaggio di 1 secondo su Trovato e Mottola che arrivano al fotofinish.Gran battaglia anche per la qurta piazza che è conquistata da Scianna che regola in volata Morreale, Bonomo, Raspanti e Cuciti.

In nona posizione finisce Mario Pintacoda che passa Tornera (in difficoltà meccanica), mentre alle spalle dell'ex campione nazionale chiudono Milone e Maggio.

E' felice sul prmo gradino del podio Alberto Consoli anche se è incontentabile: "Però non sono riuscito a migliorare il tempo della pole – si rammarica il pilota del Team D'Agata – questa pista la conosco bene e sapevo di poter vincere, ma ora viene il difficile: Favara non la conosco e gli avversari si sono dimostrati molto competitivi".

Sprizza gioia dal secondo gradino del podio Piero Trovato: "Trovato …ritrovato – scherza il messinese del DBR Racing Team – sono contento di come è andata la gara, Consoli si è dimostrato un avversario straordinario ed abbiamo combattuto correttamente. Lui ha avuto uno spunto in più ma a me sta benissimo il secondo posto". E' contento anche Andrea Mottola: "ci ho messo l'anima e credo che si sia visto – dice il pilota di Moto2T4T – Quest'anno nel girone Sicilia ci sono tutti i piloti più forti ed io posso dire la mia".

L'entusiasmo è alle stelle: "Sembra essere nel Nazionale di qualche hanno fa – commenta il "veterano" Mario Tornera – un livello altissimo di tutti, piloti e preparatori. In un niente ci siamo praticamente tutti. Oggi non sono stato fortunato, ma sono soddisfatto di essere riuscito ad entrare subito con il ritmo giusto". Alla gara c'era un altro dei veterani, Baldo Pintacoda, ma in veste di spettatore: "una scivolata in allenamento mi ha messo fuori gioco per questa gara ma a Favara ci sarò – dice il palermitano del Birilli Racing – mi diverto ancora come un matto e non vedo il motivo per ritirarmi a 38 anni. Mio fratello Mario oggi ha fatto una gara intelligente: non era al massimo ma ha messo qualche punto in carniere che può rivelarsi importante al termine del Trofeo".

Pronostico per Favara, il prossimo 22 maggio? Più difficile del Superenalotto.

 

Ilio Ascione

 

Trofeo ScooterMatic Extreme Italia

9-10 aprile Acireale

Classifica di GARA e TROFEO