News News

Indietro

[SCMT ITA NORD] BOCCARDO LO STRATEGA

 

Ha vinto il più esperto, non solo perché la carta d'identità non mente, ma soprattutto perchè le quaranta primavere gli hanno dato la freddezza necessaria per calcolare esattamente punti e posizioni e poi con la giusta aggressività si è piazzato secondo nella seconda finale salendo così sul gradino alto del podio. Secondo per un solo punto nonostante la vittoria in gara uno è stato Marco Gottardello, che ha disputato un'ottima seconda manche e che ha dominato la prima finale ma ha ottenuto solo il quinto posto in gara 2.

La soddisfazione di Marco è però quella di aver portato a podio assoluto il suo Runner in uno schieramento con ancora molti Piaggio Zip, ma che ha dimostrato, con oltre la metà di "ruote medie" in griglia, quanto sta cambiando il parco scooter di molti team. A un punto da Gottardello troviamo invece Parodi che al suo rientro a Varano ha dimostrato di essere sempre più veloce e pronto a stare con i primi. Delusione invece per un possibile dominatore tradito dal suo Zip in gara 1: Marco Pelloni ha stracciato tutti nelle crono, ha vinto con esperienza la seconda finale ma è durato meno di un giro in gara 1, costretto al ritiro per una rottura al ferro di cavallo della pista parmense.

Tutti dietro a Pelloni nel primo turno di crono. Il pilota numero 50 con un inavvicinabile 1'24"585 si diverte a giocare con i suoi avversari che rimangono staccati nel migliore dei casi a 2 secondi. Parodi è in seconda posizione e riesce a scavalcare in classifica un Boccardo in versione economy, a cui bastano 3 giri per guadagnarsi la terza posizione e tornare ai box. La sfida più accesa è tra i SuperScooter dove Franco e Ferraguti si giocano l'ultima posizione disponibile nella prima fila, e proprio sul finale il cuneese lascia Ferraguti in seconda fila davanti a Lipari.

Il primo turno del mattino non permette a molti di migliorare. Solo Berlini abbassa di oltre 1 secondo il tempo del sabato,  con 1'26"5 riesce a scavalcare Boccardo, che anche oggi compie solo 4 giri ed è così costretto a partire dalla seconda fila.  Il poleman Pelloni si scalda solo verso la fine, ma anche oggi il suo tempo rimane inavvicinabile. Parodi segna il miglior tempo della domenica in 1'26"0 mentre l'exploit difineturno è di Gottardello che guadagna la seconda posizione assoluta, con il miglior tempo di giornata in 1'25"7.  La griglia di partenza vede così Pelloni su Gottardello, Parodi e Berlini che riesce a scalzare Boccardo.

Alla prima partenza scattano forte Gottardello e Parodi: il torinese però va largo alla prima curva ma riesce a tenere la testa su Pelloni e Boccardo che parte benissimo dalla seconda fila. L'autore della pole si porta in testa ma ha un problema tecnico al ferro di cavallo ed è costretto a ritirarsi. Il comando passa a Boccardo che tiene dietro Gottardello, Berlini e Parodi e cerca di incrementare il suo vantaggio che però mantiene invariato sul Runner di Gottardello che al quinto giro rinviene e si conquista la prima posizione, seguito comeun'ombra da Berlini che lo passa alla nuova variante Ickx.  Gottardello non si perde d'animo e già alla parabolica successiva si riporta in testa seguito da Berlini e Boccardo. E' un terzetto imprevedibile con Parodi pronto ad approfittare e che si ributta sotto grazie al giro veloce in 1'24"8 al quinto passaggio. Gottardello resiste bene agli attacchi dei suoi avversari che non terminano fino all'ultimo ferro di cavallo, dove sbuca davanti a Parodi, Boccardo e Berlini, tutti in 4 decimi.

Altra grande partenza per Gottardello, ma stavolta il motore di Pelloni regge e il leader delle crono riesce a passare al comando mentre il piemontese viene tallonato da vicino da Parodi, seguito da Cipriani e Berlini.  Pelloni guadagna metri su Gottardello che cerca di scappare da Parodi.

Cipriani e Boccardo si tirano a vicenda per tornare nel gruppo e si avvicinano a meno di un secondo da Parodi, sempre incollato dietro a Gottardello. Pelloni prende fiato al terzo giro davanti a un gruppo di 4, dove Boccardo in coda segna il giro ma poi torna in carena e tenendo lo stesso ritmo indiavolato delle crono chiude ogni speranza agli avversari, che sono indaffarati a non perdere posizioni tra loro. Parodi passa al comando del gruppo al ferro di cavallo ma Gottardello si riporta sempre davanti sul rettilineo succesivo anche se al quinto giro il piemontese transita in coda al gruppetto, passato da tutti alla variante. Il secondo dei SuperScooter è Ferraguti che passa un più opaco Berlini rispetto a gara 1 e tiene un buon margine di vantaggio su Andreazzoli. Pelloni amministra il vantaggio di oltre 4 secondi, Boccardo si sveglia nelle ultime curve staccando tardissimo e si guadagna così la seconda posizione con 5 centesimi di vantaggio su Parodi e di 6 Cipriani. Solo quinto Gottardello.

                                                                                                                         Alvise Ulrich

 

Trofeo ScooterMatic Extreme Italia

2-3 aprile Varano de'Melegari

Classifica di GARA e TROFEO